Ritrovare la strada

agosto 15, 2015 in Senza categoria da Claudia Gambarino

Facebooklinkedinmailby feather

Conferenza gratuita sulla coppia

marzo 26, 2014 in benessere psicologico, coppia, Corsi e conferenze da claudia gambarino

coppia_gambarino_torino

Facebooklinkedinmailby feather

conferenze gratuite sul benessere

marzo 11, 2014 in benessere psicologico, coppia, psicologia, Senza categoria, stress da claudia gambarino

conferenza_coppia_gambarino_torino

Facebooklinkedinmailby feather

conferenze sulla psicologia del benessere

febbraio 4, 2014 in benessere psicologico, coppia, Corsi e conferenze, stress da claudia gambarino

conferenza_psicologia_coppia

Facebooklinkedinmailby feather

Conferenza in psicologia dello sport

novembre 28, 2013 in Corsi e conferenze da claudia gambarino

30 novembre 2013, ore 11,00

ex Arsenale, Verona

La dott.ssa Claudia Gambarino e il dott. Eduardo Bellomo terranno la conferenza

“La psicologia al cancelletto di partenza”

 

snowbombb

Facebooklinkedinmailby feather

Dallo sport alla scuola: il potenziamento delle life skills in età evolutiva

settembre 27, 2012 in articoli psicologia dello sport, psicologia da claudia gambarino

di Claudia Gambarino

studente_atleta

E’ ormai riconosciuto da tempo l’importanza e il ruolo fondamentale della scuola nell’acquisizione di competenze psicosociali. L’OMS pubblica nel 1993 il documento “Life skills education for children and adolescents in schools” che contiene un’elenco delle abilità personali e relazionali utili per gestire positivamente le relazioni con se stessi e con gli altri. Il documento, pur essendo ormai datato, è ancora di estrema attualità e costituisce da anni la base di molteplici e variegati progetti in ambito scolastico.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità sottolinea l’importanza di “mantenere nella scuola una attenzione mirata alla promozione delle competenze psicosociali, chiamate life skills, cioè delle competenze sociali e relazionali che mettono la persona in grado di fronteggiare in modo efficace le richieste e le sfide della vita quotidiana, sviluppando attitudini positive e adattative, nel rapporto con il proprio ambiente e con la propria cultura e mantenendo quindi un livello di benessere psicologico elevato”. Le life skills, infatti, “permettono ai ragazzi di affrontare in modo efficace varie situazioni, di rapportarsi con autostima a se stessi, con fiducia agli altri (dalla famiglia, alla scuola, agli amici, alla squadra). La mancanza di tali skill socio-emotive può causare in particolare nei ragazzi e nei giovani, l’instaurarsi di comportamenti negativi e a rischio in risposta a stress”. Quindi le life skills rivestono un importante ruolo per un sano sviluppo e preparano l’adolescente per il futuro, promuovendo il suo benessere bio-psico-sociale.

In quanto strettamente intrecciate con i processi di apprendimento e di crescita, le competenze psicosociali costituiscono quindi una componente essenziale dei processi educativi e possono essere trasferite ad altri campi della vita.

Quelle che vengono indicate dall’OMS come centrali per la promozione e il benessere dei bambini e degli adolescenti, possono essere raggruppate in cinque principali aree:

 

Decision makingProblem solving Pensiero creativoPensiero critico Comunicazione efficaceCapacità di relazioni interpersonali Auto-consapevolezzaEmpatia Gestione delle emozioniGestione dello stress

 

 

Nonostante i numerosi progetti scolastici basati su tali competenze, sul potenziamento delle risorse personali, sullo sviluppo della resilienza e sulle strategie di coping, solo in tempi recenti la nozione di “life skills” è stata utilizzata per concettualizzare le tematiche dello sviluppo collegate alla partecipazione allo sport.

Se le life skills si possono definire come le abilità necessarie per rispondere alla richiesta di sfide della vita quotidiana è facile intuire come l’attività sportiva possa veicolare e promuovere in modo estremamente efficace tali competenze.

Già M. Talbot poneva l’accento sulla differenza tra “l’apprendere a muoversi” e il “muoversi per apprendere”, dove un’intera gamma di risultati di apprendimento che non sono specifici dell’educazione fisica, risulta possedere un grande valore educativo, facilitando lo sviluppo di competenze e abilità esportabili poi nel campo dello studio e nella vita quotidiana.

Attraverso lo sport si impara a darsi obiettivi e a rispettarli, utilizzando le strategie adeguate per raggiungerli oltre che a risolvere con creatività contesti dove si può incontrare un’alta variabilità, sia situazionale che ambientale. Inoltre nello sport vi sono regole che vanno rispettate e condivise con gli altri.

Vi è un valore importante nell’imparare a gestire la soddisfazione derivante dai successi, ma anche e soprattutto la frustrazione derivante da una sconfitta, sapendola ri-utilizzare come elemento di crescita. Il ragazzo che fa sport impara poi fin da piccolo a vivere con altri coetanei, apprendendo a socializzare e a cooperare in gruppo e ad aiutarsi reciprocamente, ma nello stesso tempo ad essere autonomo (per esempio nei ritiri senza genitori). Altro aspetto fondamentale risulta poi essere l’organizzazione, gestione e ottimizzazione del tempo, delle energie e dell’impegno nei confronti delle attività. Tramite lo sport si impara infine a conoscere e a gestire le proprie emozioni, in particolar modo l’ansia e lo stress.

Tutte queste competenze risultano fondamentali anche nel mondo scolastico e l’allenamento ad esse derivante dall’attività sportiva può facilitare un sano sviluppo psico-sociale del ragazzo.

Purtroppo tale ruolo dello sport non è ancora sempre riconosciuto e utilizzato per le sue potenzialità, essendo considerato in alcune realtà scolastiche, ancora in antitesi con lo studio e l’attività curriculare. Una maggiore integrazione e programmi che non penalizzino gli studenti/atleti (come per esempio quelli messi in atto nei licei della neve), potrebbero favorire una cultura educativa che tenga in debita considerazione lo sviluppo cognitivo, emotivo, sociale e motorio che tra loro si potenziano.

 

Facebooklinkedinmailby feather